Le Università fondatrici del progetto

Alma Mater Studiorum Università di Bologna

Dipartimento di Storia Culture Civiltà

Il Dipartimento di Storia Culture Civiltà è nato nel 2012 con il fine di promuovere e sviluppare le attività di ricerca nell'ambito dell'Archeologia, le Discipline Storiche, Antropologiche e Geografiche, la Paleografia e la Medievistica, la Storia Antica e gli Studi Linguistici e Orientali. Il Dipartimento svolge le funzioni relative alla ricerca scientifica e alle attività formative nell’ambito delle discipline e delle metodologie antropologiche, archeologiche, geografiche, storiche e storico-religiose dall’antichità all’età contemporanea, tra oriente e occidente. 

I docenti coinvolti nel Progetto:

Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita

Il Dipartimento ha come proprio fulcro tematico prioritario il vasto campo della Qualità della Vita, intendendo quest’ultima nella sua accezione più ampia, ovvero di elemento complesso che considera il benessere in base allo "stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale che consente alle persone di raggiungere e mantenere il loro potenziale personale nella società". Il carattere innovativo della struttura consiste nella ricerca di un modello di sapere che prevede la gestione unitaria di problematiche spesso affini o convergenti da parte di discipline che, nel rispetto delle proprie specifiche singole radici, condividono un orizzonte prospettico oggi spiccatamente cruciale e, si potrebbe dire, urgente.

Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari

Il DISTAL nasce nel 2012 dalla fusione dei Dipartimenti di Economia e Ingegneria Agrarie, Scienze degli Alimenti, Protezione e Valorizzazione Agro-Alimentare, per favorire l’integrazione ed il rafforzamento delle competenze, già presenti nelle tre strutture, la valorizzazione delle affinità metodologiche e il rispetto della specificità territoriale, quella dei settori scientifico disciplinari e delle loro aggregazioni, concorrendo allo sviluppo di un rapporto organico con tutte le altre componenti che trarranno origine dal processo di aggregazione dipartimentale, anche nell’ambito della Scuola di riferimento. Il progetto valorizza il richiamo ad alcuni elementi identitari e ad essi fa esplicito riferimento nella denominazione del nuovo Dipartimento, un segno tangibile della volontà di rafforzare quei caratteri che nell’agricoltura trovano l’elemento aggregante.

Universidade Federal de Pernambuco-UFPE. 

Con i suoi 70 anni, nel 2016 la UFPE si colloca tra le più importanti università della rete pubblica (federale) di istruzione superiore in Brasile e secondo il Ministério de Educação (MEC) e il Ministério de Ciência, Tecnologia e Inovação (MCTI), è la più importante università delle regioni Norte e Nordeste del Brasile. Le attività accademiche dell’UFPE - circa 100 corsi di Laurea, 128 corsi di Master e 49 di Dottorato - si svolgono nei suoi tre campus, che si trovano a Recife (il più antico), Caruaru e Vitória de Santo Antão. Ospita 656 gruppi di ricerca e 4.030 ricercatori, che incoraggia a stipulare accordi di cooperazione internazionale con diverse nazioni, tra cui l’Università di Bologna, con cui dal 2016 sono state aperte delle borse Overseas.

Departamento de Ciências Geográfica/PRODEMA/MSEU

O Programa de Pós-Graduação em Desenvolvimento e Meio Ambiente (PRODEMA), lotado no Departamento de Ciências Geográficas da UFPE, fundado em 1998, ocupa-se da formação de Mestres e Doutores em Desenvolvimento e Meio ambiente aptos para trabalharem em atividades de planejamento e gestão de zonas semiáridas e ecossistemas limítrofes; em ordenamento territorial e gestão de conflitos nos ambientes costeiros; em gestão e políticas ambientais; e em gestão e tercnologia ambiental.

I docenti coinvolti nel Progetto: